Maria Flora Mangano

  • Studiosa di dialogo tra le culture e tra le discipline, con una formazione che combina l’ambito scientifico (biologa, PhD biochimica, 2000) con quello umanistico (PhD studi umanistici interculturali, 2017);
  • si occupa di comunicazione dal 2000: comunicazione della salute e ambientale (Milano, 2000-2006), comunicazione sociale (Roma, 2006-2008);
  • dal 2007 è docente di comunicazione della ricerca scientifica su invito di università ed enti di ricerca italiani (Università di Brescia, Milano, Padova, Viterbo e Consiglio Nazionale delle Ricerche) e non italiani (Istituto Agronomico del Mediterraneo di Bari, Università della Boemia Occidentale, Repubblica Ceca);
  • 2008-2017 docente di dialogo tra le culture su invito di una facoltà pontificia italiana (Istituto Filosofico-Teologico “San Pietro” di Viterbo, aggregato al Pontificio Ateneo “S. Anselmo”, Roma).

Di cosa mi occupo

    La didattica accademica è strettamente legata all’attività di ricerca, incentrata sul dialogo come spazio di relazione tra, attraverso e al di là delle culture e delle discipline. Questa prospettiva si ispira all’approccio transdisciplinare, proposto dal filosofo e fisico rumeno Basarab Nicolescu («tra, attraverso e al di là» sono le tre accezioni del prefisso latino trans), e alla filosofia del dialogo, branca della filosofia europea contemporanea fondata da Martin Buber. In questa prospettiva, il dialogo non è soltanto lo strumento per costruire la relazione tra, attraverso e al di là delle culture e delle discipline, ma è alla base della relazione, diventa la relazione stessa.

Per saperne di più

  • Mangano, M. F. (2013, 2° ed). Manuale di comunicazione della ricerca scientifica. Tangram Edizioni Scientifiche, Trento (disponibile in versione cartacea ed e-book).

    La prima edizione del Manuale è disponibile anche in lingua spagnola: M. F. Mangano (2009) Manual de Comunicación de la Investigación Científica. Trento: Ed. UniService.

    Pensato come testo di rapida consultazione, da tenere a portata di mano (da cui Manuale), è rivolto soprattutto ai giovani ricercatori (dottorandi e post-doc), i maggiori fruitori della formazione CRS, per poterli accompagnare anche oltre le lezioni. È dedicato a come comunicare i risultati della propria o altrui ricerca all’interno della comunità accademica. In particolare: come scrivere un lavoro scientifico, come organizzare una presentazione orale e come scrivere e presentare la tesi di dottorato. Presenta cenni di semiotica applicati alla ricerca scientifica, di facile accesso anche per chi non ha rudimenti di teoria della comunicazione, per poter comprendere come comunicare, a partire da perché e per chi comunicare. Introduce brevemente il “metodo CRS”, alla base di questa proposta formativa, che combina la teoria alla pratica, favorendo la presa di coscienza nei partecipanti che i contenuti si comprendono a partire dalla loro applicazione.

  • Mangano, M. F. (2013). Si può immaginare Sisifo felice. Edizioni del Faro, Trento.

    Breve saggio diviso in due parti: la prima introduce la tematica e fornisce al lettore le basi da cui partire per comprendere le storie presentate nel secondo atto. I protagonisti sono giovani ricercatori italiani, per lo più di ambito scientifico, che hanno scelto di restare in Italia, pur potendosi trasferire all’estero, per costruire il loro presente e futuro nel nostro Paese. Come il protagonista del primo atto, Sisifo, anche questi giovani sono spesso gravati da pesi, ma si sforzano di prendere decisioni con serietà, fiducia e creatività. È una fotografia dei giovani di ogni tempo, forse: non ha la pretesa di fornire soluzioni, ma elementi di riflessione. E di favorire, se possibile, una presa di coscienza su una fascia d’età delicata e su una categoria di persone da accompagnare con cura, senza dare per scontato nulla.

  • Mangano, M. F. (2017). Dialogo come spazio di relazione. Key Concepts in Intercultural Dialogue, No. 81. Questo testo è disponibile anche nelle lingue inglese e cinese.

© c.f. MNGMFL72E51M082L