Le attività formative CRS consistono in: seminari, corsi e scuole. Si tratta di tre modalità diverse, che utilizzano, però, lo stesso approccio, indicato come “metodo CRS”.

Il “metodo CRS”

    La proposta formativa è trasversale alle discipline, indirizzandosi a giovani ricercatori nelle scienze sociali, naturali e umane. L’interdisciplinarità è alla base della formazione CRS, che mira a costruire uno spazio di relazione tra, attraverso e al di là delle culture e delle discipline mediato dal dialogo. Questo approccio prevede lezioni teoriche e pratiche, tiene conto della cultura e della provenienza geografica dei partecipanti e, soprattutto nelle scuole, permette di coniugare la vita e lo studio. Queste caratteristiche favoriscono la comprensione e l’applicazione dei contenuti proposti. Da qui il termine “metodo”, per definire una simile formazione, proposto da alcuni giovani ricercatori a conclusione di una scuola intensiva, che, da allora, utilizzo per definire l’approccio alla formazione CRS.

Seminari

    Proposti dal 2003, i seminari sono pensati per presentare la proposta formativa CRS. Della durata, generalmente, di 2-4 ore, presentano cenni sulla sua storia e le caratteristiche, sul “metodo CRS” e sulle sue implicazioni, spesso a partire dall’esperienza diretta di partecipanti a precedenti attività.

Corsi

Scuola estiva CRS 2017 Resoconto


Per informazioni:
Maria Flora Mangano, PhD biochimica, docente invitato di comunicazione della ricerca scientifica
e-mail:
web: www.comunicazionericercascientifica.it
skipe id: mariaflora2005

© c.f. MNGMFL72E51M082L